Dr Pad, per lo studio e la progettazione tecnica dei propri fondelli, ha deciso di avvalersi di ricercatori e biomeccanici che lavorano con l’obiettivo di fornire ai ciclisti soluzioni innovative in termini di comfort e performances. È proprio così che è nata la CT Cutting Technlogy, processo che permette di creare dei cambi graduali di spessore e densità nei fondelli, a seconda della zona d’appoggio del ciclista sulla sella. Questo sistema è stato sviluppato in laboratorio ed è stato testato su strada da professionisti che hanno rilevato anche su lunghe distanze le proprietà biomeccaniche e di comfort dei fondelli. In laboratorio risultano fondamentali le strumentazioni per ottimizzare la posizione dei ciclisti sul sellino, ma ancora più importante è la conoscenza e l’esperienza che può portare il nostro biomeccanico di fiducia, Angelo Furlan, con alle spalle 700.000 km percorsi nella sua carriera di professionista. Chilometri che hanno permesso di capire con estrema precisione le peculiarità di un elemento dell’abbigliamento sportivo di fondamentale importanza come il fondello. Il fondello resta sempre a contatto con la pelle e le parti intime del ciclista, per questo motivo risulta un elemento chiave nelle performance e nei risultati del ciclista.  Prioritario dev’essere il fatto che il fondello non abbia il minimo materiale o micro sporgenza che crei sfregamenti alla pelle, il fondello deve essere perfettamente installato sul pantaloncino ed essere ergonomico e aderente. In caso contrario, una micro piega a livello dell’inguine può causare delle lacerazioni anche profonde alle parti delicate.

La CT Cutting Technology va di fatto ad eliminare qualsiasi sporgenza accentuata e l’assenza totale di micro cuciture è ancor più importante per evitare qualsiasi problema da contatto e sfregamento.  Fondelli con scalini accentuati tra la schiuma di supporto e quella morbida possono causare – oltre a delle mini flogosi – un problema di postura dell’atleta, che faticherà a tenere la posizione ideale: continuerà a spostarsi sulla sella con un comportamento anomalo del bacino e un conseguente sovraccarico a livello della zona del quadrato dei lombi.  Molto importante altresì l’uniformità di seduta, in quanto ho verificato più volte che nel caso in cui vi siano differenze di densità nel fondello, il ciclista assume posizioni di “difesa” e continua a muoversi sulla sella soprattutto quando l’allenamento dura più di 3 ore.

Questo atteggiamento va di fatto a vanificare tutte le regolazioni millimetriche fatte dal biomeccanico in fase di regolazione della posizione ideale del ciclista sulla sella.  Il fatto di avere una seduta omogenea, con Dr Pad, permette al ciclista su strada di tenere con stabilità una posizione efficace e redditizia per tutta la durata della gara o dell’allenamento.  Altro elemento chiave su cui Dr Pad pone particolare attenzione è la traspirabilità del fondello. Molte volte le fastidiose flogosi e le dolorosissime protuberanze che si formano nella zona perineale o sotto scrotale si creano perché il secreto causato dai micro traumatismi da pedalata non viene dissipato attraverso la traspirazione del fondello, andando così a ristagnare e formando queste dolorose protuberanze che nei casi più estremi richiedono anche l’asportazione chirurgica.  Per questo i fondelli Dr Pad sono studiati per garantire massima traspirabilità.